TERMINI E CONDIZIONI DI NAVIGAZIONE

1. PREMESSE

Il presente testo legale è stato redatto dall’Avv. Federico Vincenzi e non potrà esser utilizzato se non previo consenso scritto da parte dello stesso. Per chiarimenti particolari, laddove l’utente non capisca o non ritenga sufficiente quanto inserito nel testo, si invita a scrivere al seguente indirizzo: federico@studiolegalevincenzi.eu.

Il servizio www.studiolegalevincenzi.eu è attivo dal giorno 23.01.2019. Per i primi mesi di vita del servizio sarà attiva la versione 1.0, o cosiddetta Alfa. Pertanto le funzionalità, le garanzie, le misure preventive e i testi saranno in via di perfezionamento. Si invitano quindi gli utenti a rivolgere suggerimenti, critiche, lamentele al seguente indirizzo: federico@studiolegalevincenzi.eu.

2. FONTI E AMBITO DI REGOLAMENTO DEL TESTO E DEL SERVIZIO

Il sito www.studiolegalevincenzi.eu è regolato dai seguenti testi:

  1. A) Termini e condizioni di navigazione: regolano la navigazione dell’utente sul servizio. Indicano quindi regole, diritti, doveri, obblighi, oneri e facoltà delle parti (dove per parti si intendono il Professionista che gestisce il servizio da un lato, gli Utenti che lo utilizzano dall’altro) in relazione a quella che è l’esperienza – appunto – di navigazione. Essi non regolano invece ciò che non è attinente alla navigazione in senso proprio: se quindi tramite il sito viene inviata una prima email, questa soltanto è disciplinata dai termini di navigazione (e dalle informative), mentre le successive email che utente e singolo avvocato dovessero scambiarsi non rientrano nell’esperienza di navigazione stessa. E’ opportuno sottolineare che l’utente non può utilizzare il servizio senza accettare tali termini e condizioni. Poiché non vi è interazione con il sito, non necessita una manifestazione di accettazione dei termini e condizioni mediante operazioni quali apposizioni di flag o click su tasti di approvazione, essendo comunque disponibile la consultazione dei termini e condizioni, che l’utente è onerato di consultare e che approva mediante la prosecuzione della navigazione.
  2. B) Informativa sul trattamento dei dati personali: contiene tutte le informazioni previste dalla legge (e ritenute opportune dal Professionista) in relazione ai dati personali dell’utente o di terzi. Indica per esempio chi decide come trattarli e come proteggerli, che uso farne, oltre ai diritti dell’utente in relazione ad essi.
  3. C) Informativa sui cookies: in caso di tracciamento mediante installazione di marcatori sul dispositivo o sull’account (o sul browser) dell’utente sono indicati il tipo e le funzioni di tali marcatori, l’uso che ne viene fatto ed i soggetti che installano, usano, cedono o ricevono i marcatori e le relative informative.

3. VARIAZIONI DEI TESTI

I testi sopra indicati sono scritti tenendo conto dello stato dell’arte tecnica, della legge in vigore, dello stato, delle caratteristiche e delle capacità economiche del servizio. E’ quindi del tutto probabile che nel corso del tempo il cambiamento di uno di questi fattori possa imporre o semplicemente suggerire una variazione dei testi. Non è possibile infatti garantire che i testi (e il servizio) restino sempre uguale a se stessi. Ciò infatti imporrebbe al servizio di non migliorarsi. Pertanto il gestore del servizio ha la facoltà, che l’utente approva, di modificare i termini e condizioni e i testi correlati. Le modifiche verranno pubblicate con anticipo sulla home page, con indicazione delle clausole nuove, di quelle eliminate e di quelle modificate. L’utente – se non intende accettare i nuovi termini o comunque i nuovi testi  – potrà smettere di utilizzare il servizio. Se invece – nonostante la modifica – l’utente continua ad utilizzare il servizio, si riterrà che tale utilizzo comporti l’accettazione della variazione. Solo laddove, ad avviso del Gestore (Professionista), le modifiche comportino una variazione sostanziale al rapporto Servizio-Utente, verrà chiesto di rinnovare esplicitamente l’accettazione dei termini, nella forma (implicita se non vi saranno interazioni o esplicita se vi saranno interazioni che vadano oltre il semplice link all’indirizzo di posta elettronica) ritenuta opportuna. In ogni caso sono conservati i periodi dei testi legali del servizio con i relativi periodi di vigenza.

L’utente conferma di avere il diritto e la capacità di comprendere il presente documento e di essere in grado di rispettare tutti i termini e le condizioni ivi contenuti, nonché tutti i testi sopra menzionati e assicura inoltre di non violare alcuna legge o regola in vigore nel proprio Paese di residenza o comunque di utilizzo del servizio. È responsabilità dell’utente agire in conformità alle leggi e alle regole applicabili nel proprio Paese di residenza o comunque di utilizzo del servizio. È onere dell’utente aggiornarsi sulle leggi e regole applicabili nel proprio Paese di residenza o comunque di utilizzo del servizio.

4. IL PROFESSIONISTA

Il servizio è nominato studiolegalevincenzi.eu., ed è intestato all’Avv. Federico Vincenzi.

Lo studio si trova in Brescia, Via San Zeno n. 42.

Non è uno studio associato, ed ogni professionista instaura, con il cliente, un rapporto professionale esclusivo, salvo il caso in cui sia necessaria una collaborazione interdisciplinare (nel qual caso, prima di attivare il collega avvocato, si chiede il consenso dell’interessato). Anche nel presente servizio quindi vi è una gestione disgiunta, ossia ciascuno per conto proprio, delle aree di competenza e dei fascicoli relativi agli assistiti (fermo restando che attraverso il sito non è attualmente possibile attivare una pratica ma solo contattare via email il professionista).

All’interno del sito, per ciascuno dei professionisti è prevista una pagina personale con indicazione di nome, cognome, polizza assicurativa RC professionale, P. Iva, eventuali titoli accademici e pubblicazioni, dati di contatto, area di competenza (in costruzione). Si invitano quindi gli utenti a consultare le singole pagine dei professionisti, fermo restando che il contatto tramite form to mail avviene solo verso l’Avv. Federico Vincenzi, titolare del sito.

5. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO, INDICAZIONE DEL PREZZO

Il sito ha una funzione, ad oggi, esclusivamente informativa e di primo contatto. Esso pertanto riporta le aree di competenza ed attività dello studio legale e le aree di competenza dei singoli professionisti.

In particolare, alla pagina team, così come nelle aree di competenza, sono riportati i nomi e i link alle pagine personali dei singoli professionisti, con specificazione delle rispettive competenze (Penali, civili, Ict ecc).
Tramite il sito è possibile contattare il professionista, inviando una email (o telefonando).

Se il contatto avviene compilando il form to mail, tale mail non viene gestita dal sito, ma viene recapitata alla casella di posta elettronica dell’avvocato Federico Vincenzi.

NOTA BENE: l’invio di una email con richiesta di parere giuridico su un determinato argomento costituisce  una proposta di conferimento di mandato all’avvocato (il quale ha facoltà di accettare o meno) e vincola il mittente al pagamento laddove il parere sia reso. In ogni caso, se vengono inviate tramite il sito web richieste di parere, lo stesso sarà reso solo dopo approvazione del preventivo spedito in risposta dall’avvocato cui è stata inviata la richiesta di parere stesso. Per le eventuali attività ulteriori e funzionali all’espletamento del mandato, non contemplate esplicitamente nel preventivo (ad esempio: estrazione di visure, accessi in Cancelleria o presso Pubblici Uffici, trasferte, domiciliazioni, richiesta di certificazioni etc), sarà dovuto l’integrale rimborso delle spese vive e il pagamento dei compensi professionali determinati mediante le vigenti tariffe forensi per l’attività ulteriore svolta.

Diritti sui contenuti

Alcuni Avvocati potrebbero ospitare  nella propria pagina contenuti dagli stessi prodotti, come podcast, video, documenti scritti. Tali contenuti in alcuni casi sono scaricabili o copiabili (sul punto si veda il successivo n. 12), e – solo i documenti scritti – liberamente riutilizzabili alla condizione di citarne l’autore e il sito di provenienza. In altre parole, l’utente può copiare e usare per le finalità che meglio crede il contenuto scritto dei documenti inseriti nella pagina personale del professionista, ma dovrà in tale uso citare il nome dell’autore e il sito da cui ha copiato (www.studiolegalevincenzi.eu). Nelle pagine dei singoli avvocati potranno esser presenti anche link a siti esterni, sui quali verranno caricati podcast o video. Si rappresenta che in tali casi, essendo l’utente veicolato su servizi esterni, anche eventualmente a pagamento, questi dovrà aver cura di leggere i relativi termini di navigazione, informative privacy ecc, che sono di competenza esclusiva (e rientrano quindi nella esclusiva responsabilità) del Titolare del sito terzo cui viene diretto il link.

A chi è rivolto il servizio:

Il servizio è rivolto sia a consumatori, ossia soggetti che lo utilizzano per ragioni estranee alla propria attività lavorativa, sia a professionisti ossia soggetti che lo utilizzano per ragioni inerenti alla propria attività lavorativa. Può accadere che alcune clausole siano valide solo per l’una o l’altra categoria. In tal caso sarà specificato se la clausola si applica solo a consumatori o professionisti. Resta inteso quindi che se non viene fatta tale precisazione, le clausole valgono per entrambe le categorie.

Il servizio è gratuito, non registra dati a fini marketing, non veicola pubblicità.

6. MODALITA’ DI ISCRIZIONE E USO CONSAPEVOLE DELLE CREDENZIALI

Il sito ad oggi non prevede alcuna iscrizione. L’invio di mail si avvale del client di posta dell’utente ed invia la comunicazione all’indirizzo email dell’avvocato.

7. REGOLE COMPORTAMENTO E CONSEGUENZE

Poichè unica forma di interazione tra utente e professionista che il sito consente è l’invio di email, tramite tali email è vietato:

  • chiedere informazioni su fascicoli del professionista, su casi dallo stesso seguiti, su clienti o su altri temi coperti dal segreto;
  • inviare messaggi minacciosi, offensivi, che promuovono razzismo, fanatismo, odio e violenza;
  • inviare messaggi che contengano immagini pornografiche o pedopornografiche;
  • inviare messaggi che contengano linguaggi violenti o eccessivi;
  • inviare messaggi che contengano promozione di attività illecite varie;
  • inviare messaggi che contengano download di software o di materiale “pirata” o link a siti che forniscono questi servizi (o comunque materiali che violino in qualsiasi modo il diritto d’autore);
  • inviare messaggi che provochino la diffusione di virus informatici o simili;
  • inviare messaggi con allegati troppo pesanti (limite pari a 0,5 mega);
  • inviare messaggi con allegati non richiesti dall’avvocato destinatario;
  • inviare messaggi ripetuti, al solo fine di molestare o disturbare il professionista;
  • inviare messaggi che superino in totale le….battute;
  • inviare messaggi da indirizzi che non appartengono o comunque non sono in uso costante al mittente;
  • inviare messaggi che nascondano attività commerciali non autorizzate (incluse vendite, concorsi, pubblicità, link ad altri siti web o numeri telefonici a pagamento);
  • inviare messaggi che in qualche modo attivino l’invio di posta indesiderata o “spam”;

che rivelino segreti professionali o simili.

L’invio del messaggio al professionista non obbliga l’avvocato a rispondere allo stesso, poiché l’assunzione del mandato da parte del Professionista deve essere manifesta e presuppone l’accettazione del preventivo che l’avvocato ha facoltà di predisporre, ove intenda accettare l’incarico. Si invita pertanto l’utente, in caso di esigenze urgenti, a contattare il professionista al telefono. Qualora l’estrema urgenza o l’irreperibilità dell’utente comportino l’opportunità di agire, pur in difetto di approvazione di preventivo, l’avvocato avrà la facoltà – e non l’obbligo- di attivarsi, così accettando il mandato ed esponendo corrispettivi determinati mediante il vigente tariffario forense, tenuto conto dell’attività svolta, del livello di difficoltà, del valore della pratica, del numero di parti e di tutti i parametri contemplati in detto tariffario che l’utente ha l’onere di consultare preventivamente. Resta inteso che, in difetto di approvazione del preventivo, l’avvocato non è tenuto ad accettare il mandato o a svolgere attività di sorta, neppure se resa impellente per scadenze, decadenze, prescrizioni etc.

8. DATI PERSONALI

Oltre ai cookie, il sito tratta altri dati.  L’indirizzo email viene veicolato tramite il client di posta elettronica, e viene comunicato come mittente della email all’avvocato destinatario della stessa (ossia Avv. Federico Vincenzi se si usa il form to mail, gli altri avvocati se si copia il relativo indirizzo). Il dato tuttavia viene trattato dai rispettivi provider di posta elettronica, dal singolo professionista, ma ciò al di fuori dell’esperienza di navigazione che costituisce per l’invio di tale mail semplice veicolo.

Il client di posta elettronica degli avvocati dello studiolegalevincenzi è OVH . Tale servizio di posta elettronica utilizza server ubicati in Francia (UE)

(https://www.ovh.it/emails/hosted-exchange/sicurezza-dati.xml) .Ciascuna email è di pertinenza esclusiva del rispettivo avvocato, e sarà accessibile, previo inserimento di credenziali di accesso uniche, solo per lo stesso.

9. RECESSO DELL’UTENTE E CESSAZIONE DEL SERVIZIO

Non è prevista, non essendoci facoltà di iscrizione, alcuna facoltà di recesso dal servizio online. Una volta eventualmente instaurato, dopo la prima email, l’approvazione del preventivo e/o l’assunzione del mandato, il rapporto con l’avvocato, lo stesso rapporto viene regolato dalle  relative norme, che tra l’altro consentono in ogni momento di revocare il mandato conferito all’avvocato stesso, salvo il diritto di questi ad esser pagato per la qualità e quantità di prestazione erogata determinata nel preventivo approvato e, in difetto di approvazione o per le attività non contemplate nel preventivo, in funzione delle vigenti tariffe forensi, come meglio precisato nell’art. 5 che precede.

10. LEGGE APPLICABILE

Al servizio si applica la legge italiana, anche nel caso questi sia cittadino straniero.

11. GIUDICE COMPETENTE E CLAUSOLE COMPROMISSORIE

Per eventuali controversie è competente il Tribunale di Brescia.

Se tuttavia l’utente/Cliente è un consumatore, sarà competente il foro ubicato nel luogo di residenza o domicilio dell’utente. Si noti che tale clausola si riferisce solo a controversie che abbiano ad oggetto funzioni del sito www.studiolegalevincenzi.eu, e non il rapporto professionale che in conseguenza della visita al sito possa eventualmente instaurarsi con l’avvocato.

12. GESTIONE DIRITTI AUTORE e PROPRIETA’ INTELLETTUALE

Nomi e domini

Nomi e domini, marchi ed altri contenuti sono di esclusiva appartenenza dello studio legale Vincenzi, e non possono esser utilizzati, citati o diffusi senza il consenso del titolare.

Documenti e contenuti:

Nelle pagine dei singoli avvocati possono esser presenti contenuti creativi: scritti, audio, video, foto.

I contenuti scritti potranno esser copiati o diffusi, con la necessaria indicazione del nome dell’autore e del sito di provenienza (appunto www.studiolegalevincenzi.eu,  che solo a tal fine potrà esser citato in link anche senza previa autorizzazione).

I contenuti audio e video sono presenti invece solo come link a servizi terzi (altri siti), secondo le regole degli stessi. Tali contenuti potranno esser citati, linkati, diffusi o comunicati in link solo previa autorizzazione scritta dell’autore e comunque a seguito di essa con la necessaria indicazione del nome dell’autore e del sito di provenienza (appunto www.studiolegalevincenzi.eu,  che solo a tal fine potrà esser citato in link anche senza previa autorizzazione).

Per autorizzazione scritta si intende, ai fini del presente servizio, qualunque dichiarazione, anche a mezzo email, proveniente da uno degli indirizzi riportati nel presente sito con la quale l’Autore esplicitamente approva un determinato utilizzo del contenuto di sua creazione e si ritiene limitata all’utilizzo esplicitamente approvato.

I contenuti ospitati nelle pagine dei singoli avvocati potranno esser condivisi su social solo se la condivisione non lascia dubbi sulla paternità del contenuto in capo al componente dello studio legale Vincenzi che lo ha prodotto. In ogni caso la condivisione è subordinata alla esplicita menzione dell’Autore e del sito di provenienza (www.studiolegalvincenzi.eu, che solo a tal fine potrà esser citato in link anche senza previa autorizzazione). Della condivisione dovrà esser reso edotto – anche con semplice comunicazione a mezzo email o con comunicazione tramite il social in cui viene condiviso- l’avvocato Federico Vincenzi o comunque l’avvocato dello studio legale che ha prodotto il contenuto. Laddove l’Avv. Federico Vincenzi chieda la rimozione della condivisione, essa dovrà esser fatta entro ore due dall’invio della richiesta di rimozione (orario che si intende esser quello di invio della email o della comunicazione da parte dell’avvocato Federico Vincenzi secondo l’orario indicato dal provider di posta o dal social)

Tutti gli utilizzi non esplicitamente autorizzati col presente documento si intendono vietati.

Testi legali

I testi legali (Termini e Condizioni, Informativa Privacy) sono stati scritti dall’Avv. Federico Vincenzi, e sono proprietà intellettuale dello stesso. E’ vietato qualsiasi utilizzo degli stessi, se non autorizzato per iscritto dallo stesso avvocato Federico Vincenzi.
E’ vietata la copia, la riproduzione, l’estrazione, la modifica, la diffusione, la comunicazione, la commercializzazione, la pubblicazione ed ogni altro utilizzo dei suddetti testi legali. In particolare, si invitano studi legali, studi professionali in generale e fornitori di servizi online (provider, web agency, software house ecc) a non porre in esser alcun utilizzo dei testi legali senza previa autorizzazione scritta da parte dell’Avv. Federico Vincenzi.

Link al sito:

Il link al sito www.studiolegalevincenzi.eu può esser inserito in altri servizi, ovvero su pagine social, solo previa autorizzazione scritta dell’Avv. Federico Vincenzi.

13. DURATA VIGENZA TESTO

Il presente testo è in vigore dal 25 gennaio 2019